Rossi d'Angera Distillatori dal 1847 Maestri del buon bere italiano


12-11-2021   |   Maestri del Gusto

Se con la tua arte riesci a vivere, sei un grande. Se con la tua arte ci vivi e prosegui una tradizione di famiglia da generazioni, sei un...Genio!

 

 L'Italia che ilmangiaweb ama raccontare

Giovanni mastroianni

Questo è il caso del presidente dell'attuale assetto societario Arturo Rossi e del figlio Nicola Rossi amministratore delegato della Distilleria Rossi d'Angera cioè della V e VI generazione di " Grappaioli" iniziata col quinquisavolo Berardo Rossi nel 1847...

Pensieri...Dopo tanto tempo, circa 12 anni, ritorno sul luogo del delitto "Rossi d'Angera Distillatori dal 1847" e trovo che tutto è cambiato. Il video dedicato al ilmangiaweb in cui il maestro distillatore Arturo Rossi ci spiegava come si ottiene la sua grappa e parzialmente ancora valido, anzi validissimo, ad esclusione della parte in cui presenta il prodotto...Oggi sono qua' in distilleria per capire cosa è successo nel frattempo..nel frattempo curioso e, colpo di fortuna tra breve si distillano le vinacce di nebbiolo e barbera delle Colline Novaresi. Inizio bene.

Sono in uffico con Arturo Rossi V Generazione e Nicola VI generazione 

D: Signor Arturo, Il segreto di questa lunga gestazione

 R: Giovanni damiamoci del tu..La scelta dei prodotti di qualità e la distillazione in discontinuo con caldaiette a passaggio di vapore, concentrazioni in colonna e tagli delle teste e code, manuali con controllo delle temperature sono alcuni dei segreti di un successo lento e inesorabile..

D: Nicola, bello lo slogan che capeggia in uffico, è un pensiero di vostra creazione?

R: Si, forse è un pò troppo ma è quello che ci sentiamo dentro e ciò che ci fa muovere, che ci dà la scossa..

D: Nicola si avverte un forte segnale di rinnovamento, da dove arriva?

R: La società Rossi d'Angera si è ampliata, qualificata ed anche ringiovanita; sotto le ali di mio papà Arturo proveremo a migliorare, non tanto la qualità del prodotto che viaggia molto alto ma a sviluppare la commercializzazione e a fare in modo che il nostro prodotto finale sia confezionato eccellendo anche nella visione di un mondo più pulito e reciclabile.

Giovanni sequimi andiamo nel cuore della distilleria.. oggi per noi "sabato" è un giorno di distillazione.... 

 

           

Arturo Rossi e Nicola Rossi rispettivamente la V e VI generazione al comando 

 

 

Momento di pausa in distilleria                              argomento: la distillazione                                                                                  

               

  piano e con sorrisi si incomincia                      a fare sul serio, due maestri all'opera        

               

Nicola Rossi sotto lo squardo attento                   dei presenti, inizia il gioco duro...

              

Nicola Rossi maestro distillatore all'opera con vinacce esauste....

 

 

Nicola Rossi maestro distillatore riempie di vinacce il cestello..

 

 

L'opera del Maestro Distillatore Nicola Rossi ha prodotto il cuore dalla vinaccia..

 

Mentre Nicola Rossi ripete il lavoro, Arturo Rossi ci spiega come si ottiene il loro Gin Latitudine 45°, un prodotto artigianale

D: Questo Gin Latitudine 45° è di nuova concezione, creato per presentare novità e avvicinarsi al consumo dei moviment-tenders...?  Ingrediente per la mixology più contemporanea e ambizione per i bartender del mondo?

R: non esageriamo.. Il nostro Gin Latitudine 45°si ispira alle coordinate geografiche del suo luogo di nascita: il Lago Maggiore. Al distillato di cereali si aggiunge il ginepro ed altre 10 botaniche caratteristiche dei boschi delle nostre Prealpi. Questi ingredienti territoriali conferiscono dei sentori aromatici e speziati di grande eleganza. Prodotto ideale in miscelazione, godibile on the rocks. Caro Giovanni il nostro Gin Latitudine 45° è una ricetta originale del 1930, periodo in cui la produzione cresce e gli affari sono così floridi che il Re Vittorio Emanuele III conferisce il “Brevetto della Real Casa Savoia”, un importante riconoscimento per i successi raggiunti che tuttora presentiamo nel nostro logo...

 

                   

Arturo Rossi ci spiega come si produce il Gin Latitudine 45°

 

 

Lentamente ci spostiamo nuovamente in ufficio dove c'è l'esposizione di tutti prodotti fatti in casa.. Ma!! Troppo figo il cofanetto che contiene il vostro Gin Latitudine 45°..bella idea..e D: cosa sono quei vasetti?

 R: Il maestro distillatore Arturo presenta la confezione del Gin Latitudine 45°

 

Cosa vedo!!! Non ci posso credere.. un mito dell'enogastronomia mondiale accanto ad Arturo Rossi..in quella foto ci sei te e Luigi Veronelli, D: mi racconti?

R: Ero stato invitato da Luigi Veronelli a rappresentare insieme altri distillatori questa arte, così mi trovai in compagnia di Barile, Capovilla e....un'icontro speciale, un'uomo speciale...Luigi Veronelli è nel mio cassetto dei ricordi indelebile..

 

 

Si ricordo, mi ricordo di un grande uomo che ha fatto tantissimo per l'enogastronomia italiana..E' tuttora un grande, Luigi Veronelli

 

Ok Giovanni va da Nicola nella Barricaia....è iniziato un'altro percorso...La barricaia dove invecchiano le grappe Rossi d'Angera. Nicola Rossi ci spiega cos'è la barricaia o come la chiamano in distilleria, la "stanza da letto" dove riposano le grappe per due anni

 

Ci spostiamo di una 30 di metri e ci troviamo in un salone pieno di botti 

Nicola Rossi presenta la sua batteria di tonneau 2400 litri dove la grappa migliora in sentori e morbidezza

 

Rossi d'Angera Distillatori dal 1847

Maestri del buon bere italiano

Sala degustazione, inizia la parte godereccia, al timone c'è Arturo Rossi, (ho la sensazione di essere al posto giuto nel momento giusto) ...si parte con la "Riserva Personale"

Arturo Rossi: la "RISERVA PERSONALE" è la nostra grappa più rappresentativa, gusto intenso e complesso. La "Riserva Personale" ha ottenuto il prestigioso riconoscimento "AWARD SPIRIT 2021". Il concorso internazionale più importante al mondo.

 

La Riserva personale è un Prodotto tipico della Regione Lombardia. Grappa ottenuta dalla distillazione di pregiate vinacce di Nebbiolo e Dolcetto, lungamente invecchiata per oltre 5 anni in botti di Rovere di Slavonia.

 Degustazione "live" della Grappa Riserva personale

 OK: Adesso degusteremo la: 

GRAPPA "ACQUA D'ANGERA" ROSSI D'ANGERA DISTILLERIA

Così viene raccontata dal Maestro Arturo Rossi: negli anni '60 le vigne erano incolte, l'industria aveva avuto il sopravvento sul mondo rurale e la provincia di Varese ne  era ben testimone di questo cambiamento: MW Augusta, Ignis, Piaggio e centianaia di altre aziende di tiratura mondiale, svuotavano le campagne, il lavoro di distillazione ebbe per noi una forte crisi, ma resistemmo come ai tempi delle due querre e di tanti altri avvenimenti storici e sociali..la nostra distilleria si è sempre evoluta...come adesso, ma noi siamo ancora qui! Questa è la grappa della rinascita di un territorio per troppo tempo dimenticato..

TIPICITÀ DEI VITIGNI LACUSTRI, UN DISTILLATO UNICO ED INCONFONDIBILE.

Grappa giovane ottenuta da pregiate vinacce provenienti esclusivamente dai vigneti dei “Ronchi Varesini” coltivati sulle colline del basso Verbano.

 

OK: Adesso si degusa la..

GRAPPA "AMANDOLA" DI MOSCATO D'ASTI

Grappa di sole vinacce di Moscato d’Asti invecchiata per circa 18 mesi in barriques nuove di Allier e Limousin di media tostatura. Impronta morbida e carezzevole.

 

 

Come giustamente afferma Arturo Rossi le tre grappe degustate, sono rappresentative di tipologie diverse, tutte molto buone come la successiva "Acqua d'Angera" leggermente più invecchiata.

A me (Giovanni) rimarrà nel cuore e stampata nella mente la grappa "Altana del Borgo 1988" prodotte solo 510 bottiglie sorseggiata a porte chiuse...e abbinata al top del cioccolato

 

 

 

Grappa millesimata di solo Moscato prodotta con Alambicco discontinuo a vapore e invecchiata per ben 31 anni in botti di rovere francese. Arturo me la servita in calice Ballon..questa la mia degustazione:

Esame visivo – Ambrato intenso scuro.
Esame olfattivo – morbido, caldo, ricco. Un netto retrogusto di mandorla e nocciola tostate; ricordi d’uva passa e cera dovuti al prolungato contatto con il legno.
Esame gustativo – Aroma fruttato avvolgente con ricordi di albicocca, fiori di zagara e miele di castagne

Grappa aromatica avvolgente, rotonda, complessa un ventaglio di sentori fraganti e questa senzazione di miele...

FANTASTICA....FANTASTICA ........FANTASTICA ..........FANTASTICA ..........FANTASTICA 

Grazie per l'accoglienza anche alla signora Bruna moglie del Maestro Arturo e grazie in modo esagerato al "nuovo" entrato Nicola Rossi..siete stati stupendi...ma scusa Arturo l'ultima chicca me la lasci lì, sola, dai ultimo colpo di reni...è il momento dello 

    Spitz: L'Aperitivo preferito da Nicola Rossi

                  

Un’antica ricetta per un aperitivo immortale. Le radici di genziana lutea, unite ad altre erbe aromatiche, danno vita a questo inimitabile prodotto.

Rossi d'Angera Distillatori dal 1947 Maestri del Buon Bere italiano

 

L'Italia che ilmangiaweb ama raccontare

Giovanni Mastroianni