Dolci in Piemonte


Dolci Tipici e Tradizionali in Piemonte

L'Italia che ilmangiaweb ama raccontare

Giovanni Mastroianni

DOLCI IN PIEMONTE

Visita la vetrina dedicata alle Cioccolaterie in Piemonte e non  tralasciare la vetrina dedicata alle Pasticcerie in Piemonte

Il cioccolato è nel D.N.A. della pasticceria e cioccolattria di tutto il territorio del Piemonte

 E' probabile che la vicinanza e le sucessive incursioni nel territorio Piemontese da parte dei Francesi, abbiano in qualche modo influenzato i maestri pasticceri dal '500 ad oggi. Altrimenti come si spiega che accanto alla semplicità geniale delle Paste di Meliga del Monregalese. Le paste di meliga sono dei biscotti semplici e sfiziosi della Tradizione Piemontese. Dolci ad Alessandria Come molte bontà della cucina regionale di un tempo, anche le paste di meliga sono nate per necessità. Dolci ad Asti Pare infatti che per superare le difficoltà legate a un folle aumento del prezzo del frumento, i fornai piemontesi iniziarono a miscelare negli impasti la farina di mais. Il successo del risultato, friabile e gustoso, li portò a continuare l’esperimento, trasformandolo in una vera ricetta. Nate come dolce casalingo, le paste di meliga sono diventate un prodotto da colazione lavorato anche a livello industriale. La qualità dei biscotti artigianali resta comunque di un altro livello. Non a caso, per tutelare la tradizione di questa specialità, è nato il Presidio Slow Food delle paste di meliga del MonregaleseDolci a Biella Baci di Dama. I baci di dama sono dei biscotti originari del Piemonte, della città di Tortona dove nacquero un secolo fa, chiamati così perché composti da due calotte di pasta unite dal cioccolato che richiamano due labbra intente a darsi un bacio. I biscotti erano originariamente prodotti con le nocciole piemontesi, più facili da reperire e meno costose delle mandorle. Sarà infatti il cavalier Stefano Vercesi sul finire del 1810 a modificare la ricetta sostituendo le nocciole con le mandorle e brevettando i “baci dorati”. il Torrone Piemontese, la Polenta del Marengo, la Fugascina di Mergozzo. Originario molto probabilmente delle Valli di Lanzo, oggi il Torcetto piemontese è oggi diffusissimo in tutto il Piemonte dove, a seconda della zona, viene proposto in diverse deliziose varianti. Dolci a Verbano Cusio Ossola La storia del torcetto ha origini abbastanza lontane: i biscotti piemontese sono già citati nel XVIII secolo e altre lecornie ancora, che rispecchiano un pensiero paesano di gesti manuali ripetuti con l'aiuto di prodotti locali, oggi diremmo a Km 0, si affianchi una pasticceria, posso dire, sofistica? Dolci a Novara Il Bonèt è un budino che appartiene ad un’antichissima tradizione del Piemonte. In Piemontese il termine bonèt indica un cappello o berretto tondeggiante, la cui forma ricorda quella dello stampo a tronco di cono basso in cui viene cotto il budino.Il bonèt  tradizionale piemontese, fatto in casa dalle nonne, non era a base di rum, ma di Fernet, perché, terminato il pasto, il Fernet serviva per sveltire la digestione.  I krumiri o crumiri, sono biscotti tipici di Casale Monferrato e quindi rientrano nella tradizione Piemontese.Questi biscotti sono nati intorno al 1878 e probabilmente ricordano Vittorio Emanuele II morto in quello stesso anno, per la forma a “baffo” che presentano, tipico di Vittorio Emanuele II.

Nobile, per palati sopraffini, Dolci a Vercelli dove gli ingredienti vengono prima pensati, dove è certo, non regna la casualità,  l'ingrediente che è sempre a Km 0, è formulato in schiettezza e semplicità. Una composizione, studiata per stupire l'alto ceto e i regnanti, per diventare oggetto di culto per il popolo in festa o in maifestazioni di culto. Mi riferisco a prodotti come il Dolci a Torino Gianduiotto Torinese a forma di barca rovesciata, nato per abbassare il costo del cioccolato, con l'aggiunta della nocciociola gentile I.G.P tostata, intorno  al 1865, e presentata nel periodo di carnevale oppure alla fantastica combinazione del marrone sciroppato e poi coperto da glassa e zucchero, una realizzazione che dure più giorni durante il quale il frutto viene immerso in sciroppi di concentrazione crescente, la lavorazione è complicata dal rischio di rompere il dolce durante i vari passaggi. Nasce Dolci a Cuneo Il Marron Glacè. Altro prodotto celebrale e celebrato in tutto il mondo, i Cuneesi al Rhum, cult ideato dal pasticcere Andrea Arione intorno agli anni '20, la cui ricetta originale viene custudita dai nipoti e riprodotta nel medesimo e affascinante negozio ben rappresentato in una pellelicola dal mitico attore Marcello Mastroianni. Il Bacio di Busca® La sublimazione è, l'arte della lavorazione del cioccolato, sempre di alta-altissima qualità, che in Piemonte ed in particolare a Torino e Cuneo ha la sua capitale. La Tavoletta di cioccolato Langhe. Tanta qualità di prodotti locali viene ben sfruttata dai  maestri pasticceri da me segnalati, come spesso può capitare anche in questo capitolo dedicato ai Dolci Piemontesi la , ricerca continua. Ci sarebbe solo da aggiungere che il Piemonte fa scuola di Cioccolato di Altissima Qualità.

Dolci piemontesi

277 trovati  |  Ordina per