Tutta Italia
Seguici su   


Riso Maratelli 1914 leggenda, unicità coltivata con amore da Vittorina Maratelli


10-10-2023   |   Artigiani del Gusto in Italia

Riso Maratelli 1914, leggenda, unicità, rarità coltivata con amore da Vittorina Maratelli

L'Italia che ilmangiaweb ama raccontare
Giovanni Mastroianni

RISO MARATELLI 1914 dal gusto unico e inconfondibile

RISO STORICO, UN'OASI NELLE VARIETA' STORICHE...

Il riso Maratelli è una varietà storica italiana, fu scoperta nell' Agosto del 1914 ad Asigliano Vercellese dall'agricoltore Mario Maratelli, da una mutazione spontanea in una risaia seminata a Chinese Originario del genere Japonica: fino agli anni ’70 il riso Maratelli fu una delle varietà più coltivate e apprezzate in Italia. 

           

Sono in compagnia di Stefano e incontreremo Vittorina Maratelli titolare dell'azienda agricola "Eredi di Mario Maratelli di Vittorina Maratelli" al terzo grado di parentela dal costitutore. La nipote di Mario Maratelli, ci inizierà alla scoperta delle caratteristiche fisiche e comportamentali della pianta Maratelli, le qualità che l'anno resa celebre a livello mondiale per ben 15 lustri, diventando il riso della festa, il riso della Domenica italiana.

           

 

Vittorina Maratelli saluta glia amici del ilmangiaweb

Vittorina: Giovanni sei davanti ad una rarità, di super nicchia, di conseguenza sei uno dei pochi a parte la mia famiglia, l'agricoltore e pochissimi amici che ci aiutano, che ha la possibilità di vederlo nel campo, dalla pannocchia, al granello, all' accestimento e di poterlo toccare attravesandolo. Il riso Maratelli è un regalo della natura, di questo territorio, Asigliano Vercellese, mio nonno Mario Maratelli nell'Agosto del 1914, ha colto questo generoso regalo inaspettato, ma a quanto pare pronto per affrontare l'incarico che il destino fino ad allora severo con lui gli aveva riservato.

           

Il riso Maratelli soffre la coltivazione di tipo biologico ed anche quelle convenzionali, anche se concepisce filosofia bio questa varietà non si presta a questa impresa. Il riso Maratelli 1914 nasce ad Asigliano vercellese il cui scheletro del terreno presenta in profondità depositi alluvionali più recenti, coperti da argille limose impermeabili su cui poggiano sedimenti sabbiosi dovuti all’acqua di irrigazione del riso: questi terreni sono i più adatti alla coltura del riso per la presenza sia di uno strato superficiale permeabile sia di uno più profondo impermeabile, che consentono di trattenere maggiormente l’acqua. Il riso Maratelli 1914 in questa tipologia di terreno si adatta e da il meglio, questa è una considerazione che nasce dopo vari esperimenti fatti anche a pochi km da quà, il terreno, l'acqua, questa esposizione al sole rendono il riso Maratelli 1914 un vero "Cru" che è un'espressione tipica dei vini delle langhe ma appropriata anche per il mio riso Maratelli 1914 che solo dove siamo ora può esprimersi come vedrai di persona.  .  

          

Il riso Maratelli ha bisogno di continue attenzioni del tipo: non gradisce essere circondato da altri risi che potrebbero contaminarlo, difatti come puoi vedere questo campo nel suo perimetro è tutto sterrato ma non solo non può essere contaminato anche dalle lavorazioni degli altri risi, sono tre ettari di campo che bisogna, con periodi scadenzati, tenere sempre sotto controllo, il riso Maratelli 1914  non è certamente facile da coltivare con carattteristiche fisiche che lo penalizzano a favore di altre varietà e sotto-varietà più facili da controllare, da concimare anche con utilizzi di tecniche a cui il riso Maratelli 1914 non si potrà mai adeguare.

          

Giovanni: cosa vuol dire accestimento? Vittorina: accestimento significa che il sotto della pianta, li è un chicco, un solo chicco, un granello di riso che accestendo "sviluppo di nuovi steli alla base di una pianta" ha fatto tutti questi gambi, e questa insieme ad altre caratteristiche che rendeno il Riso Maratelli 1914 qualcosa di unico, raro, prezioso. 

Quello che la natura ha dato.

Il riso Maratelli dal 1914 continua a mantenere le sue caratteristiche, quarda come è alto, questa pianta può raggiungere fini ad  115 cm di altezza, e pendula..Giovanni incominciamo che mentre fai il video te ne parlo, te lo spiego...

 

Riso Maratelli 1914, leggenda, unicità, rarità coltivata con amore da Vittorina Maratelli

L'Italia che ilmangiaweb ama raccontare
Giovanni Mastroianni

 

Mio nonno Mario ha vissuto un'infanzia tremenda, come ti spiegherò in video e forse per questo motivo la visione di una pianta anomala, anzichè sradicarla come probabilmente avrebbero fatto in tanti altri per lui divenne qualcosa di intimo, la studiò nella sua bellezza e prosperità e dopo qualche anno la coltivò in un campo separato...

Il periodo storico in cui visse Mario Maratelli era straordinariamente creativo; Marconi inventa il telegrafo senza fili, l'arte in Italia si chiamava Futurismo, scoperte scientifiche, mediche, la produzione di acciaio inossidabile, la Olivetti M1 è stata la prima macchina per scrivere su progetto di Camillo Olivetti, la costruzione del Titanic, i primi trattori, nel 1914 la prima macchina fotografica 35mm, la scoperta della pianta di riso Maratelli nell'Agosto del 1914 conquista uno spazio nella storia d'Italia. Mario Maratelli questa scoperta la girò ai suoi concittadini di Asignano vercellese soprattutto nel periodo della prima grande guerra dove il riso Maratelli 1914 divenne un  sostegno alle famiglie e diede notorità al territorio di Vercelli...

               

 

Vittorina Maratelli:

Per questi motivi che ho voluto riprendere in mano nel 2014, nel giorno del suo centenario, il mio riso Maratelli 1914 e fare in modo che questa storia, il suo "gusto" originale possa andare avanti nel tempo...

          

 

Giovanni ti parlerò della vita di mio nonno nato nel 1879...

Per coltivare il riso Maratelli 1914 ci vuole un'agricoltore ispirato e per natura attento a tutto, che tratti il campo di riso Maratelli con attenzione ad ogni cambio di stagione, mi rendo conto che siamo lontani dai tempi di una volta....il riso Maratelli è molto delicato per questo va come dire... coccolato, ma quando lo cucini ti ripaga con gusto e piacevolezza...

          

Ogni elemento della filiera viene verificato e scelto al fine di garantire la qualità totale del prodotto. Seguiamo scrupolosamente il nostro riso in tutte le fasi della produzione, dal campo alla tavola. Curiamo tutti i singoli dettagli per ottenere un prodotto unico ed esclusivo.

La trasformazione del riso grezzo in riso bianco avviene mediante sbiancatrici tipo “Amburgo” Minghetti, le quali impartiscono una lavorazione a pietra di secondo grado lenta e delicata, le uniche in grado di fornire lo standard qualitativo ricercato.

          

 

COS'E' IL BRUSONE? L'ACCERRIMO NEMICO DEL RISO MARATELLI 1914

 

Il riso Maratelli 1914 è stato negli anni '50,'60,'70 un riso coltivatissimo, molto richiesto, molto amato e all'apice di tutte le ricette del novarese e vercellese con in primis la "panissa" di entrambi i territori. C'è differenza con gli altri risi, se provi a lessare il Maretelli 1914 e a condirlo con filo olio extravergine e pochissimo Parmigiano Reggiano ne gusterai tutte le qualità, ma!! Giovanni solo aprendo il pacchetto senti il profumo, l'aroma del riso di risaia, il chicco è piccino ma pronto ad'assorbire tutti gli ingredienti...e cucinato aldente, daltronde se trovava spazio nella cucina del maestro Gualtiero Marchesi...

Riso Maratelli 1914, leggenda, unicità, rarità coltivata con amore da Vittorina Maratelli

L'Italia che ilmangiaweb ama raccontare
Giovanni Mastroianni

Con questo antico metodo di lavorazione, a differenza delle moderne tecniche, il riso Maratelli viene soltanto accarezzato; la qualità del chicco viene mantenuta integra, conservando tutte le proprietà organolettiche e nutrizionali contenute negli strati più esterni.

Attraverso questa leggera abrasione la gemma rimane accorpata naturalmente al chicco e il riso assume un colore ambrato; questa colorazione è garanzia di qualità del chicco, più integro e uniforme, e quindi più naturale e più sano al tempo stesso, con una eccezionale tenuta alla cottura.

 

          

La rinascita del Riso Maratelli 1914 avviene nel 2014 nel giorno del suo 100 esimo anno dalla scoperta.

Associazione del riso Maratelli, recupero delle medaglie, degli attestati, dei diplomi, degli articoli giornalistici; scrivendo un libro, realizzando un film girato da Bruno Gambarotta...il tutto seguì il percorso di una mia visione; la rinascita...del Riso Maratelli 2014

 

          

          

Vittorina Maratelli:

Per questi motivi che ho voluto riprendere in mano nel 2014, nel giorno del suo centenario, il mio riso Maratelli 1914 e fare in modo che questa storia, il suo "gusto" originale possa andare avanti nel tempo...

 

E ORA

LA STAFFETTA MAGICA

La risocultrice Vittorina Maratelli riceve per mano di Giovanni due rarità enologiche (tanto per rimanere in tema di unicità) il Rubino di Cantavenna D.O.C. ed il Gabiano D.O.C. della vignaiola Tina Sbarato della Cantina vitivinicola Sbarato Vini e offre al prossimo produttore in visita de ilmangiaweb il suo strepitoso Riso Martelli 1914.

          

Un giorno che ci rimarrà tattuato nel cervello...una sorpresa, anche per me un vero regalo la conoscenza di Vittorina Maratelli e del suo fantastico riso Maratelli 1914

L'Italia che ilmangiaweb ama raccontare

 

Giovanni Mastroianni